14-15 settembre MEDITAZIONE GIOIOSA CON CATHY MARCHAND – LIVING THEATRE

MEDITAZIONE GIOIOSA CON CATHY MARCHAND

LIVING THEATRE

14-15 settembre

Dal sabato mattina al tramonto della domenica

In un contesto magico, forte, di grande energia propulsiva ci si immergerà nell’universo del Living Theatre, attraverso tecniche di rilassamento creativo. Una ricarica di energia per rigenerarsi ed  iniziare al meglio un nuovo anno.

Il lavoro sarà legato al respiro e  alla meditazione consapevole in maniera gioiosa, sarà l’occasione per  ciascun partecipante di trovae il proprio ritmo, in controtempo con la vita che corre.

Il tempo del rito sarà scansionato dal respiro e dalla sua scomposizione, attraverso l’esperienza di Jean Louis Barrault. Una ricarica di energia per ritrovare il proprio doppio in sé ed affidarsi all’altro che diventerà il nostro doppio nella scomposizione del tempo. Il laboratorio è aperto a tutti, genitori e non, attori e non. Numero di posti limitato.

La domenica ad ora di pranzo la partecipazione è aperta  anche ai bambini per pranzare insieme e partecipare nel pomeriggio al rito del Mandala. Con la guida di Cathy Marchand percorreremo un un cammino condiviso fatto di suoni, parole, terra, fili colorati, respiri, per ripercorrere le nostre storie, per costruirne di nuove insieme agli altri, per perderci e ritrovarci negli occhi di un compagno di viaggio. Da 0 a 99 anni.

Cathy Marchand, allieva di Jean Louis Barrault al Théâtre d’Orsay, comincia il suo percorso artistico molto giovane grazie all’incontro con l’attore Pierre Clementi che la conduce a Roma all’incontro di Julian Beck e Judith Malina del Living Theatre con cui collabora per molti anni. Gli incontri nella vita dell’attrice sono molto importanti; si passa da Pasolini, Sergio Citti, Gianmaria Volonté a Fellini e Dino Risi con i quali lavora. Ultimamente l’incontro cinematografico con il musicista Franco Battiato con il quale gira due film: “Musikanten” con Alejandro Jodorowsky e “Niente è come sembra”. Alla morte di Julian Beck, dopo la grande retrospettiva di New York dell’84 al Joyce Theatre la Marchand rientrò in Europa e cominciò a lavorare en solitaire cercando di trasmettere le proprie esperienze, acquisite con il Living, alle giovani generazioni. In questi anni il teatro vive in una forma individuale, solitaria e chiusa, ma c’è l’urgenza di tornare all’incontro,allo scambio. L’arte come momento di confronto: “smettere di sfidarsi per tornare a fidarsi”.

Le EcoResidenze Internazionali

Il Casale delle Arti nasce dalla volontà di voler dare una casa alle arti, creando un luogo di scambio,conoscenza ed approfondimento. Un luogo che ci permetta di essere in relazione con gli altri e per gli altri, immersi in un Ecosistema in cui arte e natura sono integrati. E’   attraverso   le   EcoResidenze   che   maggiormente   avviene   tale   integrazione.

Info ed Iscrizioni:
Associazione culturale Il Casale Delle Arti
347.4083461 info@ilcasaledellearti.org

Commenti chiusi